Diagnosi e Terapie

DIAGNOSI STRUMENTALE

ECOGRAFIA COLLO DI I° E II° LIVELLO

L'ecografia del collo viene eseguite con sonde lineari ad alta frequenza (7.5-14 Mhz) con paziente in posizione supina. Vengono eseguite scansioni trasversali e longitudinali e vengono misurati i diametri tiroidei al fine di poter calcolare il volume ghiandolare. L'ecografia consente inoltre di studiare accuratamente le stazioni linfonodali e rappresenta l'esame strumentale più importazione nella stadiazione pre-operatoria nel follow-up del tumore tiroideo.
L'ecografia è l'esame strumentale più importante nelle patologie tiroidee.
Non è invasivo, è rapido e poco costoso.

Tireopatia autoimmune   Nodulo tiroideo   Nodulo tiroideo in patologia autoimmune
Tireopatia autoimmune   Nodulo tiroideo   Nodulo tiroideo in patologia autoimmune
 
Nodulo tiroideo con vascolarizzazione intralesionale al cd   Nodulo tiroideo con vascolarizzazione perilesionale al cd   Pacchetto linfonodale in tumore tiroideo
Nodulo tiroideo con vascolarizzazione intralesionale al cd   Nodulo tiroideo con vascolarizzazione perilesionale al cd   Pacchetto linfonodale in tumore tiroideo

AGOASPIRATO TIROIDE/TUMEFAZIONI DEL COLLO

Viene eseguito sotto guida ecografica utilizzando un ago da 21 G (uguale a quello utilizzato per prelievo da sangue venoso) senza anestesia.
Il paziente non deve sospendere terapie farmacologiche eventualmente in atto (nemmeno la terapia antiaggregante e anticoagulante).
Oltre all'esame citologico viene eseguito, quando indicato, dosaggio di marcatori (calcitonina/tireoglobulina) sul liquido di lavaggio.

TERAPIE STRUMENTALI

ALCOLIZZAZIONE PER VIA PERCUTANEA

Prenotazione al numero 02/619112501 oppure segrendo@auxologico.it

I noduli tiroidei cistici puri vengono sottoposti ad una o più sedute di svuotamento del nodulo con successiva iniezione intranodulare di etanolo sterile, al fine di ottenere una significativa riduzione o la scomparsa del nodulo.
La procedura è molto simile all'agoaspirato, viene eseguita senza anestesia, è di breve durata e non comporta sospensione di terapie farmacologiche eventualmente in atto (nemmeno la terapia antiaggregante e anticoagulante).

TERMOABLAZIONE MEDIANTE RADIOFREQUENZA/LASER

Questa metodica consiste nell'ablazione termica del tessuto; in pratica, il calore emesso da una sorgente di energia viene sprigionato all'interno del nodulo provocando necrosi del tessuto tiroideo con significativa riduzione delle dimensioni nodulari. Non è prevista anestesia generale ma una lieve anestesia locale.

TERAPIE SPERIMENTALI

TUMORI DELLA TIROIDE

Protocolli di studio con nuovi farmaci (inibitori tirosinochinasici) sono disponibili per pazienti con carcinomi tiroidei avanzati, refrattari alla terapia con radioiodio.

ORBITOPATIA BASEDOWIANA

Protocolli di studio con nuovi farmaci (anticorpo monoclonale rituximab) sono disponili per pazienti affetti da orbitopatia basedowiana di grado moderato-severo in fase attiva.

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.